Così disse, e a tutti loro piacque l’astuto espediente

Magazzeno_24In teoria il venerdì sarebbe sacro, ma la pratica ha più volte smentito la teoria, tanto che oggi erano in pochi a scommettere sull’uscita alle 17.30. Dunque la proposta di uscire dopo le canoniche otto ore ha incontrato l’entusiasmo generale, di quelli in partenza per le vacanze come di quelli che si faranno un altro giro di giostra. A pranzo, intanto, i nostri eroi si sono ritrovati a tavola per celebrare l’ultimo fish-friday prima di settembre. Bagnato con un chianti bianco del Piemonte. Perché dulce est desipere in loco.

#Argonautiche 24: Amfidamante escogita un espediente per spaventare gli uccelli dell’isola di Ares. Poi si presentano i i figli di Frisso.

Pubblicato in magazzeno | Lascia un commento

Chi le contasse, quattro sole ne mancherebbero

Magazzeno_23No, non l’ho fatto io quel bancale. E no, probabilmente al conteggio non mancherebbero quattro copie di qualche titolo di scolastica. Ma succede anche questo: che alla prima curva il bancale si afflosci, spargendo cultura per tutto il furgone. Poi servono quattro baldi giovinotti (tre baldi giovinotti e un giornalista culturale) per rimediare.

#Argonautiche 23: il viaggio di Argo prosegue costeggiando l’Assiria e i paesi delle Amazzoni, dei Calibi, dei Tibareni e dei Mossineci…

Pubblicato in magazzeno | Lascia un commento

Non c’è dunque nessun timore per la guida di Argo

Magazzeno_22Beh, a volte prendo le curve un po’ troppo strette col rischio di abbattere un bancale, ma devo confessare un certo piacere a stare sulla pedana: almeno evito di fare a piedi qualche vasca, su e giù a spingere il carrello come il vecchietto de Le ali della libertà (Dufresne, vuoi un libro?).

#Argonautiche 22: un cinghiale uccide l’indovino Idmone, mentre una malattia fulminea si porta via il nocchiero Tifi. Alla guida va Anceo.

Pubblicato in magazzeno | Lascia un commento

Furono presi nel pieno di una furiosa tempesta

Magazzeno_21Ormai la pioggia a fine luglio non fa più notizia, neppure quando imperversa – furiosa – per gran parte della giornata, tanto penetrare nell’area relax. Avessi trascorso il mese sdraiato sul divano avrei l’umore più nero di quello che ho ora. Ma è una magra consolazione. Apollo, dove sei?

#Argonautiche 21: gli eroi riassumono le traversie del viaggio al re Lico che dispiaciuto per l’assenza di Eracle, concede il proprio figlio.

Pubblicato in magazzeno | Lascia un commento

E d’improvviso si levò su di loro una grande ondata

Magazzeno_20Cosa ricorderò di questo luglio ormai agli sgoccioli? Pioggia, pioggia, pioggia e straordinari. Straordinari a pioggia e pioggia straordinaria. Interrotti da qualche aperitivo e varie amenità, oltre che dalla lettura a puntate delle Argonautiche e dagli immancabili semafori (rossi) di Bellusco.

#Argonautiche 20: gli eroi scampano alle Simplegadi (grazie ad Atena e alla robustezza di Argo) e Giasone si fa rincuorare dai compagni.

Pubblicato in magazzeno | Lascia un commento

Eufemo la portava tenendola in mano

Magazzeno_20A differenza di Eufemo, io oggi non avevo in mano una colomba ma una brioche, portata da uno dei capi per il suo compleanno. Ha reso più dolce la mattinata. Il problema, però, è stato – come al solito – il pomeriggio. Che si è concluso solo alle 18.30. It’s friday!

#Argonautiche 19: storie di Parebio e di Cirene. Poi gli eroi si mettono in mare e fanno volare la colomba tra le rupi per vedere se passa.

Pubblicato in magazzeno | Lascia un commento

Sento che ne sarei lieto come tornando nella mia casa

Magazzeno_18Ieri sera, quando è toccato a me riassumere in breve gli ultimi vent’anni, ho dimenticato di menzionare un particolare che mi contraddistingue: il potere di attirare la rogna. Per esempio: se una notte dormo tre ore e mezza, devo aspettarmi per il giorno dopo di rimanere in magazzeno dalle 8.30 alle 20.00. Devo aspettarmelo perché so che capiterà. E infatti è capitato.
E naturalmente al ritorno ho trovato rossi entrambi i semafori di Bellusco.

Pubblicato in magazzeno | Lascia un commento

Poi, quando furono sazi di cibo e di bevande

20140724-132212-48132251.jpgSazi magari non completamente, almeno i maschi, di sicuro assetati di parole. Racconti si sono intrecciati a racconti: imprese, considerazioni, sogni, desideri… Tanto da essere cacciati dal ristorante e poi dal bar, per continuare sotto la pioggia. Come a vent’anni.

Pubblicato in Senza categoria | 2 commenti

Si alzò dal suo letto, come un fantasma nel sogno

20140722-233153.jpg
Non servivano le doti divinatorie di Fineo (leggi le Argonautiche) per prevedere che anche oggi avremmo tirato le sette di sera… Mi sono alzato con dolori alla schiena e alle mani, soprattutto la destra, ma durante il giorno gli acciacchi non si sono fatti sentire più di tanto. Per il resto ho ricevuto una gradita sorpresa da Illy, a pranzo ho provato un locale in centro a Cologno e dopo il lavoro ho bevuto una birra con sentori di collant usato.
E domani…

Pubblicato in magazzeno | Lascia un commento

Provando se erano ancora agili come in passato

Magazzeno_15Non ho dovuto affrontare a pugni il poco amichevole Amico, re dei Bebrici (qui si parla di Argonautiche…), ma ho comunque messo a dura prova le mie mani, oggi. È stato infatti un long Monday: 10 ore di intensa attività. E nulla esclude che domani non ci sia la replica.

Pubblicato in magazzeno | Lascia un commento