Saltò giù senza indugio dal rapido carro

Maga_34Il rapido carro è la Giulietta che tanto a lungo abbiamo agognato. Ma è valsa la pena insistere e insistere. E poi, lungo i corridoi del magazzeno, mi sposto con il papero. Da cui discendo senza indugio, ma pur sempre a malincuore: ché alla fine della giornata i chilometri percorsi a piedi si fanno sentire.

#Argonautiche 34: all’alba Medea si reca al tempio di Ecate con le ancelle ma fa in modo d’incontrare Giasone da sola. Ecco che lui arriva!

Pubblicato in Alla guida | Lascia un commento

Ricordava i piaceri che toccano ai vivi

Maga_33A differenza di Medea, incendiata d’amore per lo straniero Giasone, non ho pensieri suicidi. Ma anche a me, nei momenti di scoramento, giova rammentare i piaceri della vita. Come quelli che regala la tavola. Della suocera.

#Argonautiche 33: la notte successiva Medea la trascorre insonne, tra propositi suicidi, pianti disperati e desiderio di rivedere Giasone.

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Tuttavia voglio crearmi un cuore che sia pronto a tutto

Maga_32Pronto anche alla nebbia il 27 di agosto… Ma come si fa? Qual è la ricetta? Se nemmeno le arti magiche in cui era esperta hanno salvato Medea dalla rovina, come posso io fortificare l’animo mio? Per esempio per affrontare il primo sabato di lavoro. Che anche quest’anno cadrà ancora in agosto.
Stay hungry, stay on the piece!

#Argonautiche 32: Medea sogna che Giasone affronta la prova per lei, non per il vello. Alla sorella dice di aver visto i figli in pericolo.

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Amici, questo segno ci giunge per volere divino

IMG_3100Beh, divino non direi… Tuttavia il “rompete le righe” è giunto ugualmente gradito perché alle 18.30 superate ero ormai alle cozze. Da oltre un’ora e mezza stavo bippando le letturine e non ce la facevo più!

#Argonautiche 31: Argo propone di ricorrere all’arti magiche della zia Medea. Tutti approvano tranne Ida che dà degli smidollati ai compagni

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Nulla è più duro della necessità spietata

Maga_20Non sono Giasone, non devo aggiogare buoi dai piedi di bronzo (o vitelli dai piedi di balsa…), né uccidere guerrieri nati da denti di drago. Ma sento anch’io il peso della necessità spietata. Soprattutto il lunedì del rientro. E quando arrivo al bancale LA44, mi si spezza il cuore.

#Argonautiche 30: Eeta impone a Giasone una prova durissima. Dovrà uccidere i guerrieri nati dai denti di drago. Medea si dispera per lui.

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Quand’io vi dicevo l’enorme lunghezza del viaggio

20140808-233547.jpgTemevo di leggere fin dalla tangenziale display con il messaggio code a tratti Magazzeno – Ascoli e invece il viaggio di avvicinamento alla Puglia è stato sorprendentemente tranquillo. Solo qualche rallentamento attorno a Bologna. Così prima delle sei avevamo il mare di fronte a noi alla pausa caffè e poco dopo le nove apprezzavamo la passerina ascolana. Nel senso del vinello bianco. Prosit.

#Argonautiche 29: Argo spiega a Eeta lo scopo della spedizione e lo scambio vello – sottomissione dei Sauromati. Ma il re non la prende bene.

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

La seconda vino, la terza olio fragrante

maga_28Non abitiamo nel palazzo di Eeta e dunque non abbiamo fontane che versano rispettivamente latte, vino, olio e acqua. Ma, pur nel nostro piccolo (che tanto piccolo non è), non possiamo lamentarci. Anche grazie all’olio dell’estremo sud e al vino dell’estremo nord del Belpaese. Bello purtroppo quasi esclusivamente a tavola.

#Argonautiche 28: gli eroi arrivano al palazzo di Eeta dove scorgono per prima Medea. Eros le scaglia contro un dardo d’amore: dolce dolore.

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Di che cosa sorridi, sciagurato, canaglia?

Maga_27Ecco uno dei (pochi) vantaggi dei libri di carta rispetto agli ebook: puoi starci comodamente sopra senza sfondarli. Anche se vorrei vedere i filmati interni delle fabbriche in cui realizzano gli iPad
Aggiungo subito a scanso di equivoci: i volumi erano tutti incellofanati e la mossa da equilibrista era indispensabile per portare a compimento un po’ di sano spostismo.
NB: nessun animale è stato maltrattato durante le riprese.

#Argonautiche 27: Afrodite trova Eros che gioca a dadi con Ganimede e gli promette la palla di Zeus se farà innamorare Medea di Giasone.

Pubblicato in magazzeno | 1 commento

Se a te piace questo disegno, ti verrò dietro

IMG_1763Piccola modifica nelle abitudini in cui sto avvolgendo – come in un bozzolo – la stagione del magazzeno: ho anticipato la lettura delle Argonautiche alla colazione, così posso godermi il reportage di Rumiz mentre bevo il caffè al bar.
PS: la triestitudine è del tutto casuale.

#Argonautiche 26: il terzo libro si apre con l’accordo tra Era ed Atena. Per agevolare Giasone chiederanno aiuto ad Afrodite e a suo figlio.

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Voi mi siete parenti dal lato paterno

20140804-214111.jpg
In realtà no: parenti acquisiti. Ma sempre parenti. E col ritorno dal mare dei suoceri la stagione del magazzeno può riprendere la sua routine anche a tavola. Oggi il ciclo si è inaugurato col risotto alla monzese. E tanto d’altro.

#Argonautiche 25: Giasone la prende alla lontana con i figli di Frisso che però gli garantiscono aiuto pur temendo l’ira di Eeta e il drago.

Pubblicato in magazzeno | Lascia un commento