Fuga di notizie

fugaVent’anni fa come oggi si chiudeva un periodo della mia vita e il giorno dopo se ne apriva uno tutto nuovo.
Vent’anni fa come oggi sembrava che si chiudesse un periodo della nostra storia; di sicuro se ne apriva uno che – purtroppo – non si è ancora chiuso e di cui per chissà quanto tempo ancora pagheremo le conseguenze (pagheremo: voi che ci avete creduto e noi che no, non ci abbiamo mai creduto e anzi vi avevamo messo in guardia…).
Oggi, vent’anni dopo, si gira pagina. È un nuovo inizio.
Annunciato da una telefonata alla persona sbagliata.

Pubblicato in Ai confini della realtà | Lascia un commento

Insolito solito Insolito

20140228-210305.jpg
Il solito Insolito di oggi è stato davvero insolito. Al posto dello zola, purtroppo terminato, è stato messo il taleggio. Che è un po’ come se Giotto, accortosi che aveva finito il blu, avesse affrescato la volta della Cappella degli Scrovegni con il grigio. Ne sarebbe risultato un cielo padano plumbeo, non quel capolavoro stellato che possiamo ammirare.

Pubblicato in Senza categoria | 1 commento

Decade perduta

decadeperdutaIl 27 febbraio 2004, esattamente dieci anni fa, il settimanale Diario pubblicava il mio primo articolo: Il grande giocatore Pottinger. La vita e le avventure dell’irlandese che lasciò la patria per servire Sua Maestà britannica come spia in Asia. Tanto abile e fortunato da diventare il primo governatore di Hong Kong (con rimando in copertina!).
Ne sarebbero seguiti alcuni altri e per un po’ mi sono illuso che avesse preso inizio quella che dentro di me potevo chiamare “carriera”. Stavo diventando un giornalista culturale. Un paio di anni dopo sarebbe arrivata l’avventura di ALIBI – Per essere altrove (la versione cartacea di ALIBI Online).
Beh, mi considero ancora – nonostante tutto – un giornalista culturale. Ma quel nonostante tutto si allarga come macchia d’olio mese dopo mese, anno dopo anno. Quella che “festeggio” oggi è una decade perduta.

Pubblicato in Diario, Periodismo | Lascia un commento

La migliore offerta

miglioreoffertaC’è un tempo per appendere i quadri e un tempo per toglierli. Cercando di scacciare la fastidiosa sensazione che, in fondo, la vita ci abbia giocato un brutto tiro.

Pubblicato in Senza categoria | 1 commento

Un po’ di ordine

20140223-214735.jpg
Scatoloni, borse, contenitori… un trasloco lascia tracce per lungo tempo. Più mi guardo intorno, più mi ritrovo a desiderare di vivere in una casa giapponese, dove il superfluo non trova posto. Guardo le librerie e mi chiedo se sarei in grado di rinunciare a tutti i miei libri. Ma allo stesso tempo sogno di liberare le pareti e di concentrare tutte quelle parole – senza perderne nemmeno una, s’intende – nel tablet che ho tra le mani. Sì, è vero: in medio stat virtus. Beh, allora è meglio cominciare con l’eliminazione di qualche scatolone. I libri possono aspettare.

Pubblicato in Senza categoria | 1 commento

L’apertura Napoleone e Sanremo

20140222-221429.jpg
Conoscete l’apertura Napoleone? Probabilmente no. E probabilmente non ritenete di dover avere un’opinione al riguardo. E ancora più probabilmente ritenete che nessuno debba rompervi la minchia (per usare un’espressione cara a Luciano di Samosata) sull’apertura Napoleone. Chi sano di mente si arrogherebbe il diritto di giudicare snob, magari addirittura “intellettuale di sinistra”, uno che non conosce e non vuole sapere nulla dell’apertura Napoleone? Sanremo no. Su Sanremo bisogna prendere una posizione. E se non lo guardi, non l’hai mai guardato e mai lo guarderai, beh allora confessalo: sei uno snob. O addirittura un intellettuale di sinistra. Con un’inconfessabile invidia verso quei milioni (sempre di meno, ma sempre troppi, no?) che lo guardano, lo commentano e ci regalano perle di saggezza che in confronto Platone pare un prof. del CEPU. Vi assicuro: almeno nel mio caso l’invidia non è inconfessabile. È inesistente. Di Sanremo non mi frega nulla. Lo giuro. Mi dà solo fastidio che il Festival sia tra i primissimi titoli dei TG e dei siti di informazione. È al livello del curling, cioè molto al di sotto dell’apertura Napoleone. Di cui peraltro non interessa nulla a nessuno.
PS: l’apertura Napoleone prevede queste mosse:
1. e4 e5
2. Df3

Pubblicato in Senza categoria | 1 commento

Povero Socrate

20140221-222301.jpg
La critica socratica alla democrazia ateniese (rispetto alla quale, peraltro, la nostra pare cosa assai scialba, tanto da provocare forti dubbi sulla legittimità di chiamarla democrazia) consisteva nell’accusa di impreparazione. Come può un cittadino comune, privo di competenze specifiche, decidere su qualunque affare dello Stato, dalla politica economica a quella estera, passando per la giustizia?
Beh, sono trascorsi i secoli (e con loro i millenni) e siamo ancora inchiodati lì. A voi, per esempio, sembra normale che Andrea Orlando, ministro dell’Ambiente nel precedente governo Letta, nel nuovo esecutivo di Renzi dirigerà il ministero della giustizia? Vi sentireste tranquilli scoprendo che il professore di latino di vostro figlio l’anno dopo gli insegnerà biologia? Tuttologi o nientologi? Povero Socrate.

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Chez nous

CheznousCosa ricorderò di questo periodo, che pare non voler finire mai, ma che come tutti quelli che l’hanno preceduto, verrà un giorno archiviato? Lo stress, senza dubbio. L’agenda riempita di appuntamenti che poco hanno a che fare con quello che prima era la mia normalità. Gli sforzi intensi e prolungati in cambio di rese poco o per nulla soddisfacenti. I giorni di nervosismo che esplodono in attimi di vera e propria rabbia. Frustrazione. Paura per il futuro. Disincanto. Rassegnazione. Brevi riprese, presto soffocate dalla realtà, là fuori.
Ma anche del sano edonismo, volutamente e caparbiamente ricercato, come l’oasi per l’assetato. Ché l’uomo non vive di solo pane: verissimo. Ogni tanto ci vogliono anche il patanegra e il vermentino sardo. Che si sposano alla perfezione con I Buddenbrook.
E questo era solo l’aperitivo

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Segnala un problema

canotta“Segnala un problema” si premura di indicare Google Maps. Glielo dico che si vede mio suocero alla finestra in canotta?

Pubblicato in Ai confini della realtà | Contrassegnato | Lascia un commento

Uai not?!

20140121-143532.jpg
Facciamo una focolare? Uai not?!

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento