Ma che Primo Maggio d’Egitto!

Mostra "Egitto 1914" al Museo di GavardoÈ stato un Primo Maggio davvero inusuale quello di quest’anno: all’insegna dell’Egitto, con doppia sorpresa a renderlo ancora più interessante. Siamo andati in gita a Gavardo, a pochi chilometri da Salò (BS), per visitare la piccola mostra fotografica “Egitto 1914. La vita straordinaria di Theodor Kofler, pioniere della fotografia archeologica aerea” (recensione su ALIBI Online).

Fino a pochi giorni fa non avevo mai sentito parlare di Gavardo, mentre Kofler era già finito – per caso – nel mio radar che da mesi è puntato sull’Egitto.

La prima sorpresa è quella che la nostra visita (di noi brianzoli che abbiamo percorso 100 km per una mostra “di nicchia”) ha destato negli organizzatori. Ci è valsa una piacevole chiacchierata e una visita guidata del Museo Archeologico della Valle Sabbia tutta per noi. Dovremo tornare per approfondire. E magari scavare…

La seconda sorpresa l’abbiamo avuta dopo aver girato per le vie di Salò sotto la pioggia. I ristoranti erano pieni, tranne Gabriellino. Per fortuna nostra. Così ci siamo gustati un pranzo memorabile, con tanto di epifania di asparagi. Anche qui dovremo tornare per approfondire. E dimenticare le disgrazie dell’Inter, che ieri ha perso in casa contro il Napoli.

La cosa m’interesserebbe il giusto, se non avessi portato il figliolo a San Siro come regalo per la Cresima, spendendo in totale quanto un pranzo da Gabriellino in tre.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *